Home Fumetti L’albero genealogico dei Paperi secondo Don Rosa!

L’albero genealogico dei Paperi secondo Don Rosa!

16 minuti per leggere
0
0
826

L’albero genealogico dei Paperi secondo Don Rosa

Benvenuti in questo articolo, primo di una serie, riguardanti uno degli autori più famosi dei fumetti Disney, ovvero Don Rosa.

L’autore noto da molti come l’erede di Carl Barks è famoso anche per aver creato un noto albero genealogico che di fatto è diventato quello più usato in assoluto nei fumetti.

Va fatto notare come però esso non sia un’invenzione di questo autore, ma ben altri artisti avevano già creato in precedenza degli alberi genealogici di Paperino e Co., per citare alcuni possiamo annoverare lo stesso Barks, Gans Grobian, Ed Van Schuijlenburg e Jon Gisle. Se per caso vi interessassero anche questi alberi genealogici fatecelo sapere e saremo felici di farci degli approfondimenti.

Ma torniamo al nostro albero di Don Rosa. Di esso ne esistono due versioni:

La prima qua in alto che è quella ufficiale mentre la seconda la troverete qua di seguito.

Il quale è stato creato per delle fiere per i fan.

Le differenze tra le due opere sono soltanto due:

  • Pico de Paperis è sposato con Matilda de’ Paperoni ovvero la sorella di Paperone scelta proposta dallo stesso Rosa ma bocciata dalla Egmont (la sua casa editrice dell’epoca)
  • Appare il volto del padre di Qui, Quo e Qua, il nome però è di un fan di Rosa. Il nome di questo personaggio infatti rimane ancora avvolto nel mistero, e probabilmente rimarrà tale per sempre. Secondo alcune fonti inoltre lui sarebbe anche il fratello di Paperina.

Ora cominceremo ad analizzare per bene l’albero.

 

Come possiamo subito notare si tratta in realtà di tre alberi i cui rami si intrecciano per diventarne uno solo. Infatti rappresenta le tre famiglie principali dei paperi ovvero:

  1. The Clan McDuck ovvero il “Clan de’ Paperoni”
  2. The Duck Family ovvero la “Famiglia Duck”
  3. Coot Kin ovvero la “Famiglia Coot

I personaggi come spesso accade nella realtà ereditano il cognome dal padre, per esempio Donald Duck (il nostro Paperino) ha ereditato il cognome Duck da Quackmore Duck, suo padre e non da Hortense McDuck, in italiano nota come Ortensia de Paperoni, sua madre.

Inoltre i personaggi più antichi, ovvero gli avi, appaiono in fondo e le generazioni più recenti appaiono man mano che si sale. Ovviamente non seguono la realtà storica, dove a esempio Qui, Quo e Qua sono stati creati nel 1937 mentre Zio Paperone solo 10 anni dopo nel 1947.

Ci sono alcune cose che rendono davvero unico questa opera:

  1. Appaiono dei personaggi “genitori” e personaggi “figli” non più solo nipoti, zii e nonni. Una cosa rarissima e assente per molto tempo nel mondo Disney.
  2. Vi sono dei personaggi che sono morti, un concetto che di solito è un tabù o che non esiste nel mondo dei Paperi.

Ma come ha fatto Don Rosa a creare questo albero?

Ovviamente ha cominciato uno scambio epistolare con la persona che più di tutti aveva contribuito a creare il mondo dei paperi ovvero Carl Barks.

Grazie a questo scambio uscirono sostanzialmente due regole:

  • Tutti i personaggi creati dallo stesso Barks sarebbero rientrati nel progetto
  • Dove ci sarebbero stati dei buchi sarebbero stati creati ex-novo dallo stesso Rosa

Vi furono però delle eccezioni: oltre ai personaggi già esistenti, come a esempio Paperino, furon inseriti nell’albero:

  1. Paperoga inventato da Dick Kinney e Al Hubbart, voluto dalla Edmond a causa della sua popolarità in Europa.
  2. Della Duck nominata nelle strisce di Al Taliaferro (in alcune versioni è stata anche dichiarata una cugina)
  3. Fanny Coot la madre di Ciccio appare nel cortometraggio “Il cugino di Paperino” del 1939, ma vi aveva lavorato anche lo stesso Barks.

Il nome del marito di Nonna Papera all’inizio sembrava dovesse essere: Dabney Duck a causa di assenza di materiale sul personaggio, ma successivamente un fan segnalò l’esistenza di una citazione dello stesso in un fumetto con il nome di Humperdink Duck, fu corretto e venne usata come aspetto la versione di Mark Worden.

Per questo motivi i tantissimi personaggi creati da autori italiani non appaiono.

In una siepe accanto all’albero appaiono inoltre 6 personaggi ovvero:

  1. Paperina, fidanzata storica di Paperino e secondo alcune fonti non ufficiali sorella del papà di Qui, Quo e Qua. Lei creata dallo stesso Barks più l’aiuto di Jack King e AL Taliaferro.
  2. Emy, Ely ed Evy nipoti di Paperina e inventate da Barks.
  3. Archimede Pitagorico con il compagno Edi, il geniale inventore anche lui inventato da Barks e di cui Don Rosa di fatto ha creato la genealogia nella “Saga di Paperon de’ Paperoni”.

Essi infatti non sono parenti diretti dei paperi.

Spero che questo articolo vi sia piaciuto, e nei prossimi approfondiremo meglio i personaggi presenti nell’albero.

In fondo all’articolo i link Amazon per comprare alcuni albi delle storie di Don Rosa, se li comprerete una piccola percentuale andrà al nostro sito e ci aiuterà a crescere.

In fondo all’articolo i link Amazon per comprare volumi con le storie di Don Rosa, se li comprerete una piccola percentuale andrà al nostro sito e ci aiuterà a crescere.

Per restare sempre aggiornato, puoi seguirci su TwitterFacebook, Instagram  e sul nostro canale YouTube.

Carica più articoli correlati
Load More By Webmaster
Load More In Fumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

DC & Bonelli: l’inizio di un crossover che ha già fatto storia

Una notizia incredibile è giunta nelle ultime ore, tra il 2019 e il 2020 i personaggi Bone…