Home Fumetti Fumetti sulla Shoah – Giorno della memoria 2018

Fumetti sulla Shoah – Giorno della memoria 2018

45 minuti per leggere
0
0
182

 

In questo articolo, primo di tre dedicati alla tragedia della Shoah, andremo a parlare di 5+1 fumetti sulla tematica dell’olocausto.

 

Maus di Art Spiegelman

Quest’opera, è uno dei fumetti più famosi relativi al genocidio degli ebrei da parte dei nazisti, i cui personaggi sono animali antropomorfi e, nello specifico, gli Ebrei sono i topi e i nazisti i gatti. La storia rappresentata graficamente, è ciò che accadde al padre dell’autore, che è stato un sopravvissuto ai campi di Majdanek e Auschwitz. Il libro è diviso in due parti per un totale di undici capitoli:

  1. Mio padre sanguina storia.
  2. E qui sono cominciati i miei guai.

In questo fumetto, vediamo non solo un racconto di un sopravvissuto ai campi di concentramento, ma anche il rapporto vissuto con la generazione successiva alla sua, a cui, poi, tutto è stato raccontato per far rivivere e capire gli orrori trascorsi in prigionia.

 

Magneto:Testamento

“Magneto:Testamento”: è il fumetto Marvel che racconta l’esperienza vissuta da prigioniero nei campi di uno dei villain più famoso della “casa delle idee”,  appunto Magneto (Max Eisenhardt). Infatti, costui, (ebreo e mutante) viene catturato e deportato ad Aushwitz. Grazie a quest’opera di Pad e Di Giandomenico, possiamo capire l’origine di un personaggio e la sua avversione verso gli essere umani normali. In questo fumetto, tornano le tematiche tipiche degli X-Men sul razzismo e la paura del diverso.

 

La storia dei tre Adolf

“La storia dei tre Adolf”, è uno dei manga più famosi di Osamu Tezuka. I tre personaggi del racconto, hanno in comune il nome Adolf:

  • Adolf Kaufmann figlio di un membro del consolato tedesco
  • Adolf Kamil figlio di panettieri ebrei
  • Adolf Hitler

La storia, narrata nel fumetto, descrive l’amicizia tra i primi due Adolf, ostacolata ovviamente dalle loro origini. La trama, inoltre, ruota attorno alla possibile origine ebrea dello stesso Hitler.

In questa opera, vedremo anche l’indottrinamento di un’ideologia (il nazismo) che alla fine piegherà un uomo, Kaufmann, a seguirne le idee. Infatti, costui, verrà corrotto da essa, nonostante ne fosse contrario e ostile. Questo avviene, anche, per l’obbligo del padre a che Kaufmann si arruoli nella “Gioventù Hitleriana”.

In contrasto con lui vi sarà Kamil, che cercherà inutilmente, di dimostrare l’origine ebrea di Hitler e che verrà quindi, per questo motivo, ricercato e perseguitato dalle forze fedeli al potere nazista, oltre a dover subire insulti quotidiani da parte di tante persone, essendo lui stesso ebreo.

Il tutto porterà i due, che erano amici, a uno scontro inevitabile.

 

Judenhass

“Judenhass” di Dave Sim. Il titolo, letteralmente, è la traduzione in tedesco di “Antisemitismo”. Quest’opera prende la forma di un saggio a fumetti sull’Olocausto. L’autore, infatti, alterna citazioni storiche sugli ebrei con illustrazioni fotorealistiche vissute dai prigionieri nei campi di concentramento.

 

La stella di Esther

“La stella di Esther” di Eric Heuvel, Rud van der Roi e Lies Schippers. Questo fumetto narra la storia di Esther, un’ebrea sfuggita ai nazisti e rifugiatasi negli Stati Uniti. Dopo la guerra, costei, torna in Olanda, il paese dove si era nascosta durante i rastrellamenti compiuti dalla Gestapo. In essa, lei cerca di ricostruire la storia dei suoi genitori che non ha più rivisto dal giorno della loro cattura effettuata dalle SS. Il tutto è un modo interessante di raccontare, (anche se a fumetti), la vita della stessa Esther e della sua famiglia, dall’inizio delle persecuzioni contro  gli ebrei fino alle deportazioni nei campi di concentramento, tristemente rimasti famosi. Il titolo del racconto è, appunto, rappresentato da una “stella”, poiché si riferisce alla stella come simbolo indossato dagli ebrei per identificarli come tali, ovvero la “Stella di David”.

Anne Frank – Diario

 Chiudiamo questo articolo con “Anne Frank – Diario” di Ari Folman e David Polonsky. In questa rivisitazione del celebre “Diario di Anna Frank”, leggiamo e così conosciamo tutto sulla vita e la storia di costei, visualizzata anche con questa graphic novel. L’opera è stata fatta basandosi sull’unica edizione definitiva del Diario dall’Anne Frank Fond fondata da Otto Frank. In edicola, in questi giorni, con i maggiori quotidiani nazionali.
Per restare sempre aggiornato, puoi seguirci su TwitterFacebook, Instagram  e sul nostro canale YouTube.
Carica più articoli correlati
Load More By Webmaster
Load More In Fumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Mega acquisto da Thun!!!