Home Star Trek Cosa c’è da sapere su “Star Trek: Discovery” – disponibile su Netflix dal 25 settembre!

Cosa c’è da sapere su “Star Trek: Discovery” – disponibile su Netflix dal 25 settembre!

14 minuti per leggere
Commenti disabilitati su Cosa c’è da sapere su “Star Trek: Discovery” – disponibile su Netflix dal 25 settembre!
0
483

Da oggi sono disponibili su Netflix le prime due puntate della nuova serie televisiva ambienta nel mondo creato da Gene Roddenberry. È la prima serie del franchise dopo  «Enterprise» del 2005, Discovery, composta da 15 episodi, e sarà divisa in due tranche: i primi episodi saranno rilasciati ogni lunedì fino al 6 novembre mentre la seconda parte a partire da gennaio 2018. Ecco cosa dovremo aspettarci e cosa cambierà.

Il prequel

Il nuovo capitolo, è un prequel ambientato dieci anni prima rispetto Star Trek: TOS e arriva cinquant’anni dopo la messa in onda del primo episodio di TOS(1966). La trama racconta la “guerra fredda” e l’origine del conflitto tra l’impero Klingon e la Federazione Unita dei Pianeti.

La protagonista

Michael Burnham, protagonista in conflitto tra emozioni e logica,  è il primo ufficiale della Uss Shenzhou e sin dal primo episodio sappiamo che ha passato gli ultimi sette anni della sua vita a bordo della nave. È un’orfana cresciuta da vulcaniani ed è stata istruita da Sarek, il padre di Spock, per vivere in maniera razionale, rinunciando del tutto alle proprie emozioni. Di lei sappiamo che è molto giovane, curiosa e ambiziosa. Il nome della protagonista è volutamente maschile e viene spesso chiamata «Numero Uno», in onore dell’omonimo personaggio interpretato da Majel Barrett nell’episodio pilota di Star Trek, «Lo zoo di Talos». Micheal è la seconda donna scelta come protagonista di una serie tv di Star Trek. La prima è stata Kathryn Janeway, interpretata da Kate Mulgrew in «Star Trek: Voyager» del 1995.

Le navi

Le navi spaziali (icone dei film di fantascienza) avranno un ruolo importante nel nuovo capitolo della saga. In prima linea saranno la USS Shenzhou e USS Discovery. Secondo quanto raccontato dagli sceneggiatori Discovery prende il nome dalla “Discovery One “di «2001: Odissea nello spazio» e dallo space shuttle Discovery della NASA. Per realizzare il modello lo scenografo Mark Worthington si è basato su una concept art di Ralph McQuarrie per il film mai realizzato «Star Trek: Planet of the Titans». La Shenzhou invece è stata ideata a partire dall’immagine di una bobina della stufa elettrica ed è la prima nave che viene presentata nella serie.

Equipaggio

In ogni capitolo di Star Trek, non può esistere un leader senza compagni. Accanto a Michael Burnham, troviamo il capitano dell’astronave Shenzhou, Philippa Georgiou (Michelle Yeoh). Avrà il ruolo di maestra per la giovane Micheal. In un’intervista l’attrice ha descritto il suo personaggio come una donna che ha sofferto molto ma non ha perso la speranza di un futuro migliore. Sulla USS Discovery siede invece il capitano Lorca interpretato da Jason Isaacs. Come racconta l’attore inglese, Lorca è uno stratega e sarà una figura ambigua rispetto agli altri capitani della serie. Vivrà infatti un perenne conflitto interiore e sarà diviso tra senso del dovere e senso di colpa. Micheal, Georgiou e Lorca sono un richiamo al pilone costituita da: Spock, Bones e Kirk della prima serie.

I klingon

Si noteranno da subito delle differenze rispetto alla “versioni” precedenti. I truccatori, Glenn Hetrick e Neville Page, hanno infatti deciso di rivoluzionare il loro l’aspetto. Per Klingon T’Kuvma, leader dell’impero klingoniano, sono state create armature e armi che si ispirano alla serie originale ma a livello di design sono state aggiunte influenze medio orientali, mongole e bizantine. Secondo le ultime indiscrezioni nei prossimi episodi scopriremo qualcosa di più anche sul governo e sulla cultura di questi “cattivi” storici. Verranno approfonditi i meccanismi di suddivisione del potere tra le famiglie più influenti dell’impero.

Per restare sempre aggiornato, puoi seguirci su TwitterFacebook e Instagram.
Carica più articoli correlati
Load More By BTTN
Load More In Star Trek
Comments are closed.

Ti potrebbe interessare

Amazon Prime Video: le novità in arrivo a giugno 2019!

Gli iscritti ad Amazon Prime hanno accesso senza costi aggiuntivi ai contenuti Amazon Prim…